5 mete esotiche da visitare nel 2020

Le grandi distanze non sono più un problema da anni. Grazie ai voli intercontinentali, spesso e volentieri con prezzi alla portata di tutti, è ormai facilissimo visitare paesi lontani migliaia di chilometri e conoscere culture diversissime dalla propria.

Con questo articolo vi vogliamo proporre cinque mete esotiche che potrete visitare nel 2020. Sono tutti posti fantastici dove passare una splendida vacanza. Vista la distanza e la natura del viaggio vi consigliamo vivamente di prendervi almeno una decina di giorni di stacco dal lavoro, per poter vivere al meglio un’esperienza indimenticabile.

Prima di iniziare tuttavia, ci teniamo a precisare che tutte e cinque le mete necessitano di un visto d’ingresso per poter entrare. Il nostro consiglio è di farlo direttamente online su www.vistoelettronico.it; in pochi e semplici passaggi avrete il vostro visto elettronico che potrete mostrare direttamente in aeroporto al momento dell’arrivo.

Sri Lanka

La prima meta, lo Sri Lanka, è la patria di ben otto patrimoni UNESCO ed è stata definita “l’isola più bella del mondo” da Marco Polo. Il paese è perfetto per chi vuole fare un viaggio immerso nella natura o visitare i templi e i monumenti di antiche culture risalenti a duemila anni fa.

Potete visitare lo Sri Lanka in qualsiasi momento dell’anno. A causa di due monsoni differenti, infatti, coesistono due stagioni differenti nello stesso momento. È consigliabile evitare la costa ovest nel periodo da aprile a settembre; mentre da novembre a marzo bisogna evitare la costa est.

Myanmar

In Myanmar, ex Birmania, vivono più di cento gruppi etnici differenti. Vacanza perfetta per gli amanti del trekking e per tutte quelle persone che amano la semplicità e odiano la folla.

Il simbolo caratteristico del paese sono le pagode, dove la vita di tutti i giorni segue i dettami della cultura buddhista. Se decidete di visitare i l Myanmar vi consigliamo di andare a Yangon, Bagan, Mandaly, al Lago Inle e al Golden Rock.

Vietnam

Se conoscete il Vietnam solo per la sua triste storia vi state perdendo uno dei posti più belli dell’Indocina. Il paese offre ogni tipo di ambiente: giungla, montagna, pianura, fiumi e spiagge. Potrete trovare oltre trenta parchi nazionali e moltissime aree protette, sia terrestri che marittime.

Da febbraio a marzo è il periodo migliore per visitare la parte settentrionale, mentre nella parte meridionale va benissimo anche il mese di gennaio (sempre fino a fine marzo).

Oman

Nel 2015 il New York Times ha definito l’Oman come un vero e proprio segreto del Medio Oriente, sottolineando come fosse una meta turistica ancora poca conosciuta.

Il paese offre nello stesso momento la possibilità di attraversare il deserto del Wahiba e godersi meravigliose spiagge, come Barka e Shinas.

 Bahrain

Arcipelago del Golfo Persico, il Bahrain deve la sua ricchezza all’estrazione di petrolio. Negli ultimi anni tuttavia si è riuscito a modernizzare, diventando una meta turistica molto appetibile per chiunque ami il contrasto tra tradizione e modernità.

Il periodo migliore per visitare il Bahrain è quello tra metà novembre e metà marzo. In questo periodo riuscirete a evitare il caldo torrido dell’estate.